Configurare Nagios per monitorare sistemi in subnet diverse

subnetnagios1

In architetture non complesse la rete è configurata generalmente con un’unica subnet. Ma come monitorare con Nagios sistemi che si trovano in subnet differenti?

La soluzione è legata al routing del sistema operativo. Indifferentemente da quale distribuzione di Linux sia utilizzata (CentOS in questo caso), Nagios, se supportato da un corretto routing ,  può monitorare sistemi distribuiti su subnet diverse.

Supponiamo di voler monitorare sistemi che risiedono in tre subnet distinte:

  • 172.16.20.x              (sistema default)
  • 192.168.20.x           (da configurare)
  • 192.168.1.x              (da configurare)

subnetnagios2

Senza configurare il sistema in modo corretto, effettuando un ping su dispositivi impostati con subnet diverse, si avrebbe una risposta solo dalla subnet in cui si trova Nagios.

subnetnagios3

In una situazione dove sono richiesti più indirizzi IP su una macchina (connessi alla stessa rete), non è necessario installare un NIC per ogni IP. Linux permette di mappare indirizzi IP addizionali sulla scheda di rete utilizzando l’IP aliasing.

Il comando per creare un alias di tipo dinamico (al reboot del sistema l’impostazione viene persa), utilizzare la sintassi:

ifconfig eth0:0 xxx.xxx.xxx.xxx

 

Procedura

Accedere alla directory di configurazione delle schede di rete.

# cd /etc/sysconfig/network-scripts

subnetnagios4

Per ogni alias che si vuole creare, utilizzare il comando cp:

cp ifcfg-eth0 ifcfg-eth0:X*

*Sostituire il valore di X con il numero progressivo corrispondente (es. ifcfg-eth0:0, ifcfg-eth0:1, … ).

# cp ifcfg-eth0 ifcfg-eth0:0
# cp ifcfg-eth0 ifcfg-eth0:1

subnetnagios5

Editare il primo alias eth0:0 ed impostare i parametri DEVICE, NETMASK, IPADDR.

# vi /ifcfg-eth0:1

subnetnagios6

Editare l’alias eth0:1 ed impostare i parametri DEVICE, NETMASK, IPADDR.

# vi /ifcfg-eth0:1

subnetnagios7

Riavviare il servizio network.

# service network restart

subnetnagios8

Testare la funzionalità tramite il comando ping utilizzando le subnet configurate.

# ping 172.16.20.x
# ping 192.168.20.x
# ping 192.168.1.x

subnetnagios9

Ottenendo un reply dal comando ping, il sistema è ora in grado di monitorare anche le subnet aggiuntive.

subnetnagios10

Con questa soluzione è possibile avere sotto controllo tutti i dispositivi di rete anche se configurati con subnet diverse.