01/11/2014
enit

Upgrade di VMware VCSA 5.0 a 5.1

vcsaupd01

Uscita la release 5.1 di VMware vSphere, gli ambienti che utilizzano la VMware VCSA appliance per la gestione dell’infrastruttura necessitano di essere aggiornati per poter operare con la nuova versione.

L’operazione di migrazione viene eseguita utilizzando un Browser Internet (consigliato Firefox o Chrome per evitare problemi di funzionamento), VMware vSphere Client connesso all’appliance VCSA 5.0. La procedura permette di mantenere tutta la configurazione esistente del sistema rendendo il tutto semplice e veloce.

Per effettuare la procedura è necessario scaricare dal sito di VMware l’ultima versione di VCSA ed accedere successivamente a VCSA 5.0.

vcsaupd02

 

Deployment di VCSA 5.1

Terminato il download, il deploy di VCSA 5.1 si effettua cliccando dal menu di vSphere Client l’opzione File > Deploy OVF Template.

vcsaupd03

Cliccando su Browse, selezionare il file VMware-vCenter-Server-Appliance-5.1.0.5200-880472_OVF10.ova e cliccare su Next.

vcsaupd04

Cliccare su Next.

vcsaupd05

Assegnare un nome all’appliance ed un’eventuale Inventory Location se configurata.

vcsaupd06

Selezionare, se presente, la Resource pool più adatta e cliccare su Next.

vcsaupd07

Selezionare lo storage su cui salvare l’appliance VCSA e cliccare su Next.

vcsaupd08

Selezionare il Disk Format desiderato. Installando la VCSA in un ambiente lab, la modalità Thin Provision permette di risparmiare prezioso spazio disco. In produzione è consigliato utilizzare il formato il Thick Provision per questioni di performance. Cliccare su Next.

vcsaupd09

Inserire i parametri di rete richiesti. Da notare che questi parametri sono provvisori in quanto durante la fase di upgrade i parametri di VCSA 5.0 vengono migrati su 5.1. Next per proseguire.

vcsaupd10

Al termine della configurazione vengono visualizzati i settaggi impostati per l’installazione. Cliccare su Finish per avviare il deploy.

vcsaupd11

Lo status di installazione è mostrato nella schermata successiva.

vcsaupd12

Terminata la procedura, il sistema visualizza la finestra di conferma. Click su Close.

vcsaupd13

Prima di procedere con l’upgrade effettivo, è consigliato effettuare uno snapshot di VCSA 5.0 in modo da poter ripristinare il sistema in caso di problemi.

vcsaupd14

Con un backup a disposizione, effettuare il Power On della nuova appliance VCSA 5.1.

vcsaupd15

Terminato il boot, da console vengono visualizzati i parametri necessari per accedere tramite browser.

vcsaupd16

Digitare da browser l’indirizzo:

Inserire username e password (default root/vmware) per accedere a VCSA 5.1 e cliccare su Login.

vcsaupd17

Automaticamente si avvia il Wizard di configurazione. Accettare l’EULA cliccando sulla voce Accept license agreement. Cliccare su Next per proseguire.

vcsaupd18

Dalla schermata Configure Options, selezionare le voci:

Cliccare su Next.

vcsaupd19

Viene mostrata la Local appliance Key che servirà successivamente per stabilire la Trust VCSA 5.0 > VCSA 5.1.

vcsaupd20

Accedere a VCSA 5.0 e selezionare dal menu la voce Upgrade > Prepare.

vcsaupd21

Cliccare sul bottone Set role ed attendere il messaggio di conferma “Operation was successful”.

vcsaupd22

Da VCSA 5.1, copiare la Local appliance Key.

vcsaupd23

In VCSA 5.0 cliccare su Upgrade > Establish Trust ed effettuare il Paste della chiave copiata precedentemente nel campo Remote appliance key.

vcsaupd24

Cliccare sul bottone Import remote key ed attendere il messaggio di conferma “Operation was successful”.

vcsaupd25

Stabilita la Trust tra VCSA 5.0 > 5.1, effettuare l’operazione di Copy della Local appliance key di VCSA 5.0 per stabilire la Trust inversa.

vcsaupd26

Effettuare un Paste nel campo Remote appliance key in VCSA 5.1 e cliccare su Next.

vcsaupd27

Viene eseguita l’operazione di Pre-Upgrade Checker. Qui vengono visualizzati gli host presenti in VCSA 5.0. Click Next per continuare.

vcsaupd28

Viene effettuata successivamente l’operazione di check sugli host gestiti da VCSA 5.0 generando un report. Click su Next.

vcsaupd29

Assicurarsi di avere effettuato una snapshot o backup dell’appliance 5.0 prima di proseguire. Selezionare la voce “I confirm that I have made…” e cliccare su Start per avviare l’upgrade.

vcsaupd30

Durante la fase di upgrade, vengono trasferiti i parametri di configurazione su VCSA 5.1 e viene effettuato lo shutdown di VCSA 5.0.

vcsaupd31

Terminata l’operazione, compare la schermata di conferma. E’ necessario attendere qualche secondo per permettere il reboot della nuova appliance VCSA 5.1.

vcsaupd32

 

Accesso al sistema

Se si utilizza Internet Explorer come browser per l’accesso a VCSA 5.1, la pagina web potrebbe presentare dei malfunzionamenti visualizzando un non chiaro messaggio “Not Found”.

vcsaupd33

Utilizzando browser come Firefox o Chrome invece, il problema di accesso a VCSA 5.1 via web viene risolto e il tutto funziona perfettamente.

vcsaupd34

Con la versione 5.1 è stata introdotta anche una nuova interfaccia di VMware vSphere Web Client. Tramite browser (Internet Explorer stranamente funziona in questo caso) accedere all’indirizzo:

Digitare username e password utilizzati in precedenza in VCSA 5.0 e cliccare su Login.

vcsaupd35

Si accede al nuovo layout del client web in cui è possibile gestire tutta l’infrastruttura. Con la versione 5.1, il formato web del client vSphere va a sostituire il classico client fino ad ora utilizzato.

vcsaupd36

VCSA 5.1 è adesso pienamente operativo. La vecchia appliance VCSA 5.0 può essere tranquillamente rimossa dal sistema.

firma

About Paolo Valsecchi

Sistemista Informatico | Mi occupo principalmente dell’implementazione e della gestione di servizi informatici basati su piattaforma virtuale VMware vSphere con sistemi Microsoft Windows/Active Directory e Linux (Red Hat, CentOS). VCP5-DCV, PernixPro.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code class="" title="" data-url=""> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <pre class="" title="" data-url=""> <span class="" title="" data-url="">