VMware ESXi 5.5 upgrade a 6.0 con VUM

esxi55upg60vum01

Utilizzare l’Update Manager per effettuare la procedura di ESXi 5.5 upgrade a 6.0 è la migliore opzione per conservare la configurazione e le impostazioni dell’host inalterate.

Per aggiornare gli host della rete, l’immagine per l’installazione dell’ESXi è disponibile in due formati:

  • ISO file (es. VMware-VMvisor-Installer-201507001-2809209.x86_64.iso) utilizzato per installare o aggiornare l’host.
  • Offline Bundle (es. ESXi600-201507001.zip) utilizzato per aggiornare l’ESXi dalla command line, da VUM e per creare immagini o file ISO personalizzati per la distribuzione dell’ESXi.

Dal sito VMware scaricare il file ESXi 6.0.0b Offline Bundle.

esxi55upg60vum02

 

Verificare l’hardware installato

Dalla versione 5.5 VMware ha deciso di rimuovere dall’installazione di ESXi alcuni driver dei NIC comunemente utlizzati a livello consumer: Realtek r8168 e r8169, Marvell Sky2. Anche nella versione 6.0 questi drivers non sono inclusi nell’installazione di ESXi.

Per verificare se questi NIC sono installati nel proprio sistema, dalla console ESXi eseguire il comando:

~ # esxcli network nic list

esxi55upg60vum03

Nell’esempio, una NIC Realtek 8168 è installata nell’ESXi.

 

Creare un’immagine ISO custom ESXi 6.0

Andreas Peetz ha svolto un eccellente lavoro nel documentare la procedura per personalizzare l’immagine ESXi.

Per creare il file ISO dell’immagine custom sono richiesti i seguenti prerequisiti:

esxi55upg60vum04

In una sessione PowerCLI eseguire il comando:

PowerCLI C:\download\ESXi-Customizer-PS-v2.4.ps1 -izip C:\Download\ESXi600-201507001-OfflineBundle.zip -vft -load net55-r8168

esxi55upg60vum05

Lo script crea un file ISO dell’immagine custom includendo i driver specificati nel comando.

esxi55upg60vum06

 

Aggiornare l’host ESXi

Prima di effettuare l’aggiornamento è necessario creare la Baseline che VUM utilizzerà per verificare la conformità dell’ESXi.

 

Creare la Baseline

Aprire il vSphere Client, posizionarsi nella sezione Update Manager e cliccare sul link Admin View.

esxi55upg60vum07

Selezionare la sezione ESXi Images e cliccare sull’opzione Import ESXi Image per creare la nuova baseline.

esxi55upg60vum08

Cliccare su Browse per selezionare il file ISO dell’immagine custom dell’ESXi appena creata da utilizzare e cliccare su Next.

esxi55upg60vum09

Il file ISO viene caricato nel server VUM.

esxi55upg60vum10

Quando l’upload è completo, cliccare su Next per continuare.

esxi55upg60vum11

Creare una nuova baseline assegnando un Name e una Description quindi cliccare successivamente su Finish.

esxi55upg60vum12

L’immagine ESXi viene importata e resa disponibile per il deployment. Cliccare su Compliance View per effettuare l’aggiornamento.

esxi55upg60vum13

 

Collegare la Baseline

Dalla sezione Update Manager cliccare sul link Attach e selezionare la nuova baseline appena creata. Cliccare sul bottone Attach per confermare la selezione.

esxi55upg60vum14

Cliccare su Scan per verificare lo stato di conformità degli host.

esxi55upg60vum15

Selezionare solo l’opzione Upgrades e cliccare su Scan.

esxi55upg60vum16

Il sistema effettua la scansione degli host selezionati.

esxi55upg60vum17

 

Aggiornare l’ESXi

Prima di avviare la procedura, effettuare un backup della configurazione corrente dell’ESXi 5.5 nel caso si presentino problemi durante l’aggiornamento in modo da effettuare un ripristino veloce dell’hypervisor.

esxi55upg60vum18

E’ fortemente raccomandato l’aggiornamento di un host alla volta per prevenire problemi di funzionamento al cluster nel caso il processo presenti dei problemi imprevisti. Cliccare sul bottone Remediate per avviare l’upgrade.

esxi55upg60vum19

Verificare che solo un host del cluster sia selezionato e cliccare su Next.

esxi55upg60vum20

Accettare l’EULA e cliccare su Next.

esxi55upg60vum21

Non selezionare l’opzione Ignore warnings about unsupported hardware… in modo da essere a conoscenza di eventuali problemi dovuti ad un hardware non supportato. Cliccare su Next.

esxi55upg60vum22

Digitare un Task Name, una Task Description e scegliere un Remediation Time. Cliccare su Next per continuare.

esxi55upg60vum23

Specificare le Host Remediation Options e cliccare su Next.

esxi55upg60vum24

Selezionare le Cluster Remediation Options che si adattano al proprio ambiente e cliccare su Next.

esxi55upg60vum25

Quando il tutto è pronto, cliccare su Finish per iniziare il processo di aggiornamento dell’ESXi.

esxi55upg60vum26

La procedura comincia con il migrare le VM presenti nell’ESXi su altri host disponibili nel cluster.

esxi55upg60vum27

Successivamente l’ESXi viene messo in Maintenance Mode per installare l’aggiornamento. La procedura richiede diversi minuti per il suo completamento.

esxi55upg60vum28

Quando la fase di remediation è stata completata, l’host viene riavviato per finalizzare l’aggiornamento.

esxi55upg60vum29

Riavviato e finalizzato l’ESXi, il sistema procede al bilanciamento del carico migrando le VM nel cluster.

esxi55upg60vum30

L’ESXi è stato aggiornato correttamente alla versione 6.0b.

esxi55upg60vum31

Le impostazioni dell’host sono state mantenute e l’ESXi è pienamente funzionale. Non è richesta nessuna configurazione aggiuntiva.

firma