VMware: spostare un RDM esistente in una VM diversa

moveexistingrdm01

Per spostare un RDM esistente da una virtual machine ad un’altra bisogna effettuare una serie di passaggi per assicurare l’integrità dei dati e il mantenimento della configurazione del disco.

Configurare un disco in modalità RDM permette ad una virtual machine di utilizzare e di accedere direttamente allo storage di rete e, per procedere allo spostamento, la virtual machine dove l’RDM è correntemente connesso deve essere spenta.

Dal vSphere Web Client (nell’esempio è stata utilizzata la versione vSphere 5.5), effettuare un click con il tasto destro del mouse sulla VM da processare e selezionare l’opzione Shutdown Guest OS.

moveexistingrdm02

Cliccare su Yes per confermare l’operazione di shut down.

moveexistingrdm03

 

Rimuovere l’RDM

Dal vSphere Web Client, selezionare la VM e cliccare su Edit Settings nella sezione VM Hardware.

Cosa importante da tenere presente è che questa procedura elimina solamente il mapping file, non il contenuto della LUN.

moveexistingrdm04

Identificare l’hard disk RDM da rimuovere.

moveexistingrdm05

Cliccare sul segno ‘x’ per rimuovere il disco dalla VM.

moveexistingrdm06

Abilitare l’opzione Delete files from datastore e cliccare su OK.

moveexistingrdm07

L’Hard disk 2 è stato disconnesso dalla virtual machine. La LUN ed il suo contenuto rimangono intatti durante questa operazione.

moveexistingrdm08

 

Connettere l’RDM alla nuova VM

Nella nuova virtual machine, cliccare su Edit Settings nella sezione VM Hardware.

moveexistingrdm09

Nel campo New device cliccare sulla freccia di destra per aprire il menu a tendina e selezionare l’opzione RDM Disk.

moveexistingrdm10

Cliccare sul bottone Add.

moveexistingrdm11

Dalla schermata Select Target LUN, selezionare dalla lista la LUN da accedere direttamente e cliccare su OK.

moveexistingrdm12

Cliccare sul device New Hard disk appena connesso e selezionare l’appropriata Compatibility Mode (es. Physical).

moveexistingrdm13

Cliccare su OK per salvare la configurazione.

moveexistingrdm14

Il nuovo disco RDM (Hard disk 2) è ora correttamente connesso alla VM.

moveexistingrdm15

Accedere alla virtual machine processata (una VM Windows nell’esempio) ed aprire il tool Disk Management. Effettuare un click con il tasto destro del mouse sul nuovo disco appena connesso e selezionare l’opzione Online.

moveexistingrdm16

La configurazione della partizione precedentemente impostata nella vecchia virtual machine viene mantenuta ed è disponibile nella nuova VM.

moveexistingrdm17

Per verificare se la procedura di spostamento dell’RDM ha avuto esito positivo, provare ad accedere ai file e alle cartelle utilizzando il Windows Explorer.

moveexistingrdm18

Come best practice, prima di effettuare lo spostamento di dischi o LUN assicurarsi di avere un full backup funzionale.

firma

Leave a Reply