VMware VCSA aggiornamento da 6.0 a 6.5: copia dei dati – pt.2

vcsa60to65datacopy01

Installata la VCSA 6.5, il processo di aggiornamento continua con la Fase 2 dove i dati vengono copiati dalla vCenter Server Appliance sorgente a quella di destinazione.

Come risultato della procedura di aggiornamento, il nuovo vCenter Server avrà lo stesso hostname e indirizzo IP della VCSA sorgente evitando l’interruzione dei servizi.

 

Blog Serie

VMware VCSA aggiornamento da 6.0 a 6.5: installazione VCSA – pt.1
VMware VCSA aggiornamento da 6.0 a 6.5: copia dei dati – pt.2

 

Fase 2 copia dei dati

Completata la Fase 1, la Fase 2 può essere finalizzata in due modalità:

  • utilizzando il vCenter Server Appliance Installer
  • accedendo al vCenter Server Appliance Management Interface digitando nel browser preferito l’indirizzo https://IPAddress_VCSA:5480

Nell’esempio è utilizzato il vCenter Server Appliance Installer per procedere con la Fase 2. Cliccare su Next per cominciare.

vcsa60to65datacopy02

Il sistema effettua alcune verifiche pre-installazione.

vcsa60to65datacopy03

Un messaggio di avviso ricorda che il cluster dove l’host ESXi che gestisce la nuova VCSA risiede non deve essere impostato come Fully Automated. Consultare la parte 1 della procedura per dettagli aggiuntivi. Eventuali estensioni installate nella VCSA sorgente (PernixData FVP nell’esempio) dovrebbero essere verificate per eventuali incompatibilità con la nuova VCSA. Cliccare su Close per continuare.

vcsa60to65datacopy04

La finestra mostra le credenziali definite nella Fase 1. Cliccare su Next.

vcsa60to65datacopy05

Selezionare quali dati si intende trasferire nella VCSA di destinazione e cliccare su Next.

vcsa60to65datacopy06

Opzionalmente è possibile partecipare al programma CEIP. Cliccare su Next.

vcsa60to65datacopy07

Abilitare l’opzione I have backed up the source vCenter Server and all the required data from the database quindi cliccare su Finish per avviare il processo di copia dati.

vcsa60to65datacopy08

Cliccare OK per confermare.

vcsa60to65datacopy09

Il sistema procede con la copia dei dati dalla VCSA sorgente.

vcsa60to65datacopy10

Controllando il Migration Assistant installato nel VUM server, il processo di esportazione è indicato in esecuzione.

vcsa60to65datacopy11

 

Errore VMware Identity Manager Service

Durante il processo di copia è possibile che si verifichi un errore relativo al vmidentity-firstboot.py.

vcsa60to65datacopy12

La procedura si arresta al 5% dello step 2 mentre il sistema cerca di avviare il VMware Identity Manager Service. Anche cliccando sul bottone Retry, il problema non viene risolto e lo stesso errore si verifica nuovamente. Cliccare su Close per chiudere il wizard.

vcsa60to65datacopy13

Questo errore non permette la continuazione dell’aggiornamento e bisogna ripetere l’intera procedura dall’inizio.

vcsa60to65datacopy14

Per risolvere questa situazione, è necessario aggiungere la riga localhost.localdom localhost nel file /etc/hosts nella nuova VCSA, come indicato nell’articolo KB2147908prima che la Fase 2 venga eseguita.

Quando la Fase 1 viene completata, dal vSphere Web Client della VCSA sorgente effettuare un click con il tasto destro del mouse sulla VCSA di destinazione e selezionare la voce Open Console.

vcsa60to65datacopy15

Premere Alt+F1 ed effettuare il log in con le credenziali di root. Digitare questo comando per abilitare l’SSH:

# ssh.set –enabled true

e per verificare se SSH è stato abilitato digitare il comando:

# ssh.get

vcsa60to65datacopy16

Connettersi alla VCSA con una sessione SSH e le credenziali di root utilizzando l’IP temporaneo specificato durante la Fase 1.

vcsa60to65datacopy17

Abilitare la shell ed eseguire il comando seguente per aggiungere la riga localhost.localdom localhost al file /etc/hosts:

Command> shell
# echo “::1 localhost.localdom localhost” >> /etc/hosts

vcsa60to65datacopy18

Digitare il seguente comando per verificare se il parametro è stato inserito correttamente:

# cat /etc/hosts

vcsa60to65datacopy19

Continuando con la Fase 2 dell’installazione, ho riscontrato che durante lo step Applying network configuration la riga inserita viene cancellata causando nuovamente lo stesso errore.

vcsa60to65datacopy20

Aggiungendo la riga localhost.localdom localhost al file /etc/hosts non appena la Fase 2 avvia lo step 2 ha risolto il problema.

# echo “::1 localhost.localdom localhost” >> /etc/hosts

vcsa60to65datacopy21

Ripresa della procedura di copia dati

Dopo aver utilizzato la soluzione indicata, l’installazione continua.

vcsa60to65datacopy22

 

Errore Importing VMware vSphere Update Manager

Un altro problema si è verificato nella Fase 2 durante lo step di Importing VMware vSphere Update Manager data. Anche in questo caso l’errore richiede il riavvio dell’intera procedura di aggiornamento dall’inizio.

vcsa60to65datacopy23

Per risolvere il problema, verificare che nel VUM server il VMware vSphere Update Manager Service sia in esecuzione con un account dedicato e non come Local System.

vcsa60to65datacopy24

Avviare l’aggiornamento ancora una volta e se non si presentano errori, dopo alcuni minuti la Fase 2 viene correttamente completata. Cliccare su Close per uscire dal wizard.

vcsa60to65datacopy25

Per accedere a vSphere, la nuova VCSA offre due modalità:

  • Utilizzando il classico vSphere Web Client Flash-based
  • Utilizzando il nuovo vSphere Web Client HTML5-based ma con funzionalità limitate

vcsa60to65datacopy26

 

Accedere alla nuova VCSA

Poichè il processo di aggiornamento copia la configurazione dalla VCSA sorgente a quella di destinazione, il nuovo vCenter Server avrà lo stesso hostname ed indirizzo IP della VCSA sorgente.

vcsa60to65datacopy27

Per accedere al classico vSphere Web Client Flash-based, dal browser preferito digitare l’indirizzo https://IPAddress_VCSA/vsphere-client.

vcsa60to65datacopy28

Per accedere vSphere Web Client HTML5-based, digitare l’indirizzo https://IPAddress_VCSA/ui. Da tenere ben presente che questo client ha una funzionalità limitata.

vcsa60to65datacopy29

La procedura di aggiornamento è ora completa. Per effettuare un’installazione fresh della VCSA, consultare questo articolo.

signature

Leave a Reply