Web
Analytics Made Easy - StatCounter

Veeam Cloud Connect backup fallisce con errore "Unable to convert host Id..."

veeam-unable-convert-host-id-01

Dopo aver spostato la gestione dell'infrastruttura vSphere in un altro vCenter Server, il Veeam Cloud Connect backup copy job fallisce visualizzando l'errore "Unable to convert host Id...".

Analizzando l'errore del backup copy job, il sistema rileva la seguente problematica:

Error: Unable to convert host Id from service provider database to host Id from local database: cannot find local host

veeam-unable-convert-host-id-02

L'errore è relativo al Managed Object Reference ID (MoRef) che cambia quando il vCenter viene cambiato o rimosso e riaggiunto all'inventory. Il MoRef ID è un identificatore univoco utilizzato da vSphere per tracciare i vari oggetti dell'ambiente come datacenter, cluster, host, datastore, VM, vSwitch e così via.

Veeam traccia le virtual machine nei propri job tramite il MoRef ID ma nel caso dei job Cloud Connect il redeployment dell'infrastruttura sorgente non è attualmente supportato. Veeam effettua la mappatura tra le entità nel database Tenant e SP ma se la sorgente dell'infrastruttura cambia (se vengono ad esempio creati nuovi oggetti di backup che vengono mappati nei nuovi host) anche la mappatura viene compromessa.

Dopo avere cercato invano una soluzione per risolvere la situazione, il supporto Veeam mi ha suggerito questa procedura che ha risolto il problema.

 

Ri-mappare la catena di backup

Dal lato Tenant disabilitare il job di backup Cloud Connect fallito.

veeam-unable-convert-host-id-03

Una volta che il Tenant job è stato disabilitato, il Provider deve rinominare il file Tenant .vbm in .vbm_old.

Dal lato Tenant, accedere all'area Backup Infrastructure ed effettuare un click con il tasto destro del mouse sul cloud repository. Selezionare l'opzione Rescan per effettuare il rescan del repository.

veeam-unable-convert-host-id-04

Il repository Cloud Connect viene scansionato.

veeam-unable-convert-host-id-05

Quando la procedura viene completata correttamente, il Provider deve rinominare il file .vbm_old come .vbm.

Dal lato Tenant effettuare nuovamente la procedura di rescan del repository Cloud Connect.

veeam-unable-convert-host-id-06

Terminato il rescan, posizionarsi nell'area Backup & Replication ed effettuare un click con il tasto destro sul Cloud Connect backup copy job. Selezionare la voce Edit.

veeam-unable-convert-host-id-07

Posizionarsi nella sezione Target e cliccare sul link Map backup per rimappare la catena esistente.

veeam-unable-convert-host-id-08

Espandere la voce Backup Repositories e selezionare il backup job corretto. Cliccare su OK per mappare la catena di backup selezionata.

veeam-unable-convert-host-id-09

Abilitare nuovamente il Cloud Connect backup copy job. Effettuare un click con il tasto destro del mouse sul backup copy job e selezionare la voce Disable per rimuovere il flag.

veeam-unable-convert-host-id-10

Il backup copy job si avvia per processare il backup.

veeam-unable-convert-host-id-11

Dopo aver effettuato la procedura di rimappatura, il job di backup viene effettuato correttamente senza nessun problema. La voce (Incremental) presente dopo il nome del job di backup indica che il sistema sta effettuando un backup di tipo incrementale possibile solo se l'esistente catena di backup (quindi che include almeno un Full backup) è correttamente mappata.

veeam-unable-convert-host-id-12

A seconda della banda disponibile, il job può richiedere diversi minuti per essere completato.

veeam-unable-convert-host-id-13

Se l'errore "Unable to convert host Id..." dovesse presentarsi nuovamente, la soluzione è piuttosto semplice e veloce.

signature

Leave a Reply