22/12/2014
enit

Installare le patch per VMware ESXi 5.0 tramite CLI

esxi5patch1

Dopo l’uscita ad Agosto della versione 5.0 di ESXi che di fatto introduce vSphere 5.0, VMware ha rilasciato la prima patch ESXi500-201109001 per la nuova release in cui vengono risolti alcuni bug ed introdotte delle migliorie.

Utilizzando il server ESXi non provvisto di command-line (con la versione 5 tutti gli ESX diventano ESXi) l’aggiornamento viene effettuato tramite vCenter Server, che richiede una costosa licenza, o tramite Command-Line Interface (CLI). E’ importante installare le patch segnalate per tenere il sistema sempre efficiente e stabile.

esxi5patch2

Informazioni più dettagliate si possono trovare nelle Patch Release Notes.

Bulletin IDCategoryKnowledge Base Article
ESXi500-201109401-BGBug FixKB 1027808
ESXi500-201109402-BGEnhancementKB 2002778

 

Prerequisiti

Per effettuare l’aggiornamento sono richiesti due componenti:

  1. Installazione di VMware vSphere CLI 5.0 che permette di effettuare il patching tramite command line.
  2. Download della patch ESXi500-201109001.

 

Procedura

Installare sul proprio PC la versione 5.0 delle vSphere CLI per poter operare sulla versione nuova di ESXi.

Scaricata la patch dal sito VMware, avviare vSphere Client 5 per la gestione dell’host ESXi.

esxi5patch3

Effettuare il vMotion o lo shutdown delle virtual machine attive e mettere l’ESXi da aggiornare in Maintenance Mode. Annotare la versione di ESXi: 5.0.0, 469512.

esxi5patch4

Copiare la patch di ESXi precedentemente scaricata nel datastore dell’ESXi da aggiornare. Accedere al datastore locale selezionando l’ESXi da aggiornare e cliccare con il tato destro del mouse sulla schermata di destra la voce Storage –> Browse Datastore nella sezione Resources.

esxi5patch5

Per comodità creare nel datastore un folder con nome patches ad esempio.

esxi5patch6

Cliccare sull’icona per effettuare l’upload del file.

esxi5patch7

Selezionare il file da caricare (in questo caso  il file .zip della patch) e cliccare su Open.

esxi5patch8

Cliccare su Yes al messaggio di warning che compare.

esxi5patch9

Il file viene copiato nel datastore specificato.

esxi5patch10

Terminata l’operazione il file è visibile tramite il Datastore Browser.

esxi5patch11

Accedere alla command-line per eseguire i comandi di vSphere CLI. A differenza della versione ESXi 4.1, il comando vihostupdate.pl non è più utilizzato nella versione 5.0 e per effettuare la procedura di patching si utilizza il comando esxcli. Fare riferimento al manuale vSphere Upgrade Guide per maggiori dettagli.

Per visualizzare il contenuto dei VIB nel file .zip scaricato, lanciare il comando:

esxcli –server=hostname/IP_address software sources vib list –depot=path_to_patch/patch_name.zip

# esxcli –server=esxi1 software sources vib list –depot=/vmfs/volumes/esxi1-local-storage/patches/ESXi500-201109001.zip

esxi5patch12

Per installare i nuovi VIB, utilizzare il comando:

esxcli –server=hostname/IP_address software vib update –depot=path_to_patch/patch_name.zip

# esxcli –server=esxi1 software vib update –depot=/vmfs/volumes/esxi1-local-storage/patches/ESXi500-201109001.zip

esxi5patch13

Poichè la patch applicata richiede il reboot dell’host, tramite vSphere Client 5 procedere con il reboot dell’ESXi.

esxi5patch14

Effettuato il reboot, tramite vSphere Client verificare il numero della release che ora dovrebbe essere 5.0.0, 474610 e confrontarlo con il numero precedentemente annotato. Il numero di release è stato incrementato come previsto per l’applicazione della patch. Uscire dalla Maintenance Mode e avviare le virtual machine richieste.

esxi5patch15

Il server ESXi 5.0 è aggiornato e pronto per ritornare in produzione. E’ fortemente consigliato testare la procedura di patching su sistemi lab per non impattare sui servizi di rete operativi.

firma

About Paolo Valsecchi

Sistemista Informatico | Mi occupo principalmente dell’implementazione e della gestione di servizi informatici basati su piattaforma virtuale VMware vSphere con sistemi Microsoft Windows/Active Directory e Linux (Red Hat, CentOS). VCP5-DCV, PernixPro.

3 commenti

  1. Ottimo, era la prima volta che eseguivo l’update del 5.0 ma è andato tutto ok.

    Forse l’unica cosa che manca è una piccola nota sul fatto che bisogna riavviare il client dopo l’installazione dell’esxcli per poter settare il path necessario per raggiungere il comando.

    Probabilmente però non serve, perchè chi si mette a fare l’update di ESXi 5.0 non ha certo bisogno di ricordarglielo :D

    Byez

  2. Come ho fatto io perchè non avevo voglia di riavviare ;-)