Veeam v11: configurazione Linux Backup Proxy

veeam-linux-proxy-configuration-01

In Veeam Backup & Replication v11, il Linux Backup Proxy è stato notevolmente migliorato e considerato l'alternativa della versione Windows poichè ora presenta tutte le funzioni disponibili.

Introdotto nella versione precedente, il Linux Backup Proxy integrava la sola funzionalità di hot-add, ma con Veeam Backup & Replication v11 tutti i transport mode sono pienamente supportati.

Il nuovo Linux Backup Proxy supporta le seguenti funzionalità:

  • Fisico o virtuale
  • Transport mode: NDB, Direct SAN, Hot-Add
  • Backup dallo Storage Snapshot (iSCSI, FC)
  • Quick Rollback / CBT Restore

 

Supported Linux distribution

Veeam non fornisce un'appliance Linux pronta all'uso da usare come Proxy Server, ma è necessario creare una virtual machine installando una distribuzione Linux supportata:

  • CentOS 7–8.3, CentOS Stream
  • Debian 9.0–10.8
  • Fedora 30–33
  • openSUSE Leap 15.2, Tumbleweed
  • Oracle Linux 6 (UEK3) to 8.3 (UEK R6)
  • Oracle Linux 6 to 8.3 (RHCK)
  • RHEL 6.0–8.3
  • SLES 11 SP4, 12 SP1–SP5, 15 SP0–SP2
  • Ubuntu: 14.04 LTS, 16.04 LTS, 18.04 LTS, 19.10, 20.04 LTS

 

Installare il Linux Server

Prima di procedere, scaricare l'.ISO file di installazione della distribuzione Linux supportata scelta e salvarla nel proprio computer.

 

Creare la virtual machine

Da vSphere Client, creare una nuova virtual machine. Selezionare l'opzione Create a new virtual machine dal wizard e cliccare su Next.

linux backup proxy 1

Inserire la Virtual machine name e cliccare su Next.

linux backup proxy 2

Selezionare le risorse richieste e cliccare su Next.

linux backup proxy 3

Specificare il datastore da usare e cliccare su Next.

linux backup proxy 4

Selezionare dal menu a tendina la tipologia Compatibility e cliccare su Next.

linux backup proxy 5

Specificare il Guest OS Family e la Guest OS version. Cliccare Next.

linux backup proxy 6

Specificare il virtual hardware da assegnare ed attaccare il file .ISO di installazione al drive CD/DVD. Cliccare Next.

linux backup proxy 7

Come requisito, il parametro disk.EnableUUID deve essere impostato a TRUE nel server Linux. Posizionarsi nella sezione VM Options e selezionare Advanced.

linux backup proxy 8

Scorrere la schermata verso il basso e selezionare Edit Configuration.

linux backup proxy 9

Cliccare su Add Configuration Params.

linux backup proxy 10

Inserire i seguenti parametri:

Name = disk.EnableUUID
Value = TRUE

Cliccare OK per confermare.

linux backup proxy 11

Sotto la voce Boot Options, selezionare During the next boot force entry into the BIOS setup screen e cliccare su Next.

linux backup proxy 12

Cliccare Finish per creare la virtual machine.

linux backup proxy 13

 

Installare l'OS Linux

Accendere la VM creata per effettuare l'installazione del sistema operativo. In questo esempio verrà installata la distribuzione Linux Ubuntu.

Accedere alla console della virtual machine e selezionare la lingua da utilizzare. Premere Enter.

linux backup proxy 14

Specificare la keyboard layout desiderata e premere Enter.

linux backup proxy 15

Per default il DHCP è abilitato per la network card installata. Poichè è necessario assegnare un indirizzo IP statico, selezionare eth > Edit IPv4 e premere Enter.

linux backup proxy 16

Selezionare Manual nel menu a tendina IPv4 Method.

linux backup proxy 17

Specificare la configurazione IPv4 e selezionare Save. Premere Enter per confermare.

linux backup proxy 18

L'indirizzo IP statico è stato configurato. Selezionare Done e premere Enter per salvare la configurazione.

linux backup proxy 19

Selezionare Done e premere Enter.

linux backup proxy 20

Lasciare il Mirror address di default e selezionare Done. Premere Enter.

linux backup proxy 21

Verificare che l'opzione Use an entire disk sia abilitata e selezionare Done.

linux backup proxy 22

Lo schema di partizionamento viene creato automaticamente. Selezionare Done e premere Enter.

linux backup proxy 23

Cliccare su Continue per applicare lo schema di partizionamento.

linux backup proxy 24

Compilare i parametri del Profile setup e cliccare su Done.

linux backup proxy 25

Per permettere i login SSH al Backup Proxy, selezionare l'opzione Install OpenSSH server. Selezionare Done e premere Enter.

linux backup proxy 26

Non è richiesto nessun servizio aggiuntivo. Selezionare Done e premere Enter.

linux backup proxy 27

Il sistema operativo Linux viene installato nel sistema.

linux backup proxy 28

Quando l'installazione è stata completata, selezionare Reboot Now e premere Enter.

linux backup proxy 29

 

Configurare il Linux Backup Proxy in Veeam

Quando l'OS Linux è stato installato nella VM, è necessario configurare in Veeam la nuova VM come Backup Proxy.

Poichè i Linux Backup Proxy richiedono il Veeam Data Mover Service, verificare che l'utente specificato sia un utente root o un utente con privilegi di root.

 

Aggiungere la VM come un nuovo Managed Server

Accedere all'area Backup Infrastructure, effettuare un click con il tasto destro del mouse su Managed Server e selezionare Add server.

linux backup proxy 30

Selezionare Linux come tipologia di Server.

linux backup proxy 31

Inserire il DNS name or IP address e cliccare su Next.

linux backup proxy 32

Cliccare Add e selezionare Linux account.

linux backup proxy 33

Inserire le credenziali dell'utente creato durante la fase di installazione dell'OS Linux ed abilitare l'opzione Elevate account privileges automatically. Cliccare su OK.

linux backup proxy 34

Le credenziali per stabilire una connessione SSH con il Server Linux sono state correttamente impostate. Cliccare su Next.

linux backup proxy 35

Cliccare Yes per accettare il fingerprint.

linux backup proxy 36

Cliccare Apply per installare il componente Transport.

linux backup proxy 37

Il Data Mover Service viene installato nel Server. Cliccare Next quando l'operazione viene completata.

linux backup proxy 38

Il Server è stato installato correttamente. Cliccare Finish per uscire dal wizard.

linux backup proxy 39

Il nuovo Managed Server.

linux backup proxy 40

Ora effettuare un click con il tasto destro del mouse su Backup Proxies e selezionare Add VMware backup proxy.

linux backup proxy 41

Dal menu a tendina Choose server selezionare il nuovo Linux Server appena configurato e cliccare su Next.

linux backup proxy 42

Cliccare Apply per continuare.

linux backup proxy 43

Quando tutti i componenti sono stati installati nel Server, cliccare Next.

linux backup proxy 44

Cliccare Finish per uscire dal wizard.

linux backup proxy 45

Il Linux Backup Proxy è stato creato correttamente.

linux backup proxy 46

 

Testare il Linux Backup Proxy

Per testare il nuovo Linux Backup Proxy è necessario creare o modificare un Backup Job esistente.

 

Configurare un Backup Job

Posizionarsi nell'area Backup, effettuare un click con il tasto destro del mouse su Backup e selezionare Virtual machine > VMware vSphere.

linux backup proxy 47

Inserire il Name del job e cliccare su Next.

linux backup proxy 48

Cliccare Add e selezionare le VM da proteggere.

linux backup proxy 49

Cliccare Choose e selezionare il nuovo Linux Backup Proxy Server creato. Cliccare Next.

linux backup proxy 50

Se non è richiesta l'opzione application-aware processing, cliccare Next.

linux backup proxy 51

Configurare una Schedule e cliccare su Apply.

linux backup proxy 52

Abilitare Run the job when I click Finish per avviare il job immediatamente e cliccare su Finish.

linux backup proxy 53

Il Backup Job è stato creato ed eseguito.

linux backup proxy 54

Durante l'operazione Veeam utilizza il nuovo Linux Backup Proxy per effettuare il backup.

linux backup proxy 55

A seconda della dimensione delle VM da processare con il backup, dopo alcuni minuti il backup viene completato correttamente.

linux backup proxy 56

Siccome i Linux Backup Proxy offrono le stesse funzionalità della versione Windows, gli amministratori possono ora risparmiare parecchi soldi poichè le licenze Windows non sono più necessarie.

signature

Leave a Reply