Web
Analytics Made Easy - StatCounter

vSphere 6.7 aggiornare vCSA 6.5 a 6.7 - pt.2

vsphere-67-upgrade-vcsa-01

Se il proprio ambiente vSphere è configurato con la versione 6.0 o superiore, è possibile migrare in maniera semplice il vCenter Server alla versione 6.7 tramite il tool di migrazione fornito con vSphere 6.7.

Rispetto ad una nuova installazione della vCSA, l'aggiornamento è il metodo preferito da utilizzare in ambienti complessi o dove la configurazione fatta nel vCenter Server originale richiede molto tempo per essere completata. Attualmente l'aggiornamentp diretto della vCSA alla versione 6.7 è supportato dalla vCSA 6.0 o 6.5/6.5 U1 ma è stato già annunciato l'imminente rilascio della vCSA 6.7 Update 1 con il supporto dell'aggiornamento anche dalla versione versione 6.5 U2.

Sebbene il processo di aggiornamento non cancella la vCSA originale, prima di procedere con l'aggiornamento assicurarsi di avere a disposizione un backup funzionale per ripristinare la vCSA originale nel caso di problemi.

 

Blog Serie

vSphere 6.7 installazione vCSA 6.7 - pt.1
vSphere 6.7 aggiornare vCSA 6.5 a 6.7 - pt.2
vSphere 6.7 aggiornare ESXi 6.5 a 6.7 - pt.3
vSphere 6.7 aggiornare vSAN 6.6 a 6.7 - pt.4

 

Pre-requisiti

Prima di procedere con l'aggiornamento, la funzione vSphere DRS nella vCSA sorgente deve essere disabilitata o impostata su manuale per evitare problemi con la vCSA durante la procedura di aggiornamento.

Dal vSphere Web Client, effettuare un click con il tasto destro del mouse sul cluster e selezionare la voce Settings. Accedere alla sezione vSphere DRS sotto la voce Services ed impostare il DRS Automation a Manual quindi cliccare su OK per confermare.

vsphere-67-upgrade-vcsa-02

Quando vSphere DRS è stato impostato in Manual è possibile cominciare la procedura di aggiornamento.

vsphere-67-upgrade-vcsa-03

 

Aggiornare la vCSA

L'aggiornamento alla versione 6.7 è un processo in due fasi:

  • Stage 1 - Installazione della nuova appliance
  • Stage 2 - Configurazione della vCSA

Stage 1 - Installazione appliance

Effettuare il mount del file ISO scaricato dal sito web VMware ed eseguire l'installer da uno degli OS supportati (Windows, Linux, MacOS) effettuando un doppio còlick sul file installer.exe.

vsphere-67-upgrade-vcsa-04

Dal wizard Deploy appliance cliccare Upgrade.

vsphere-67-upgrade-vcsa-05

Cliccare Next per iniziare la procedura.

vsphere-67-upgrade-vcsa-06

Accettare l'EULA e cliccare su Next.

vsphere-67-upgrade-vcsa-07

Digitare l'Appliance FQDN or IP Address sorgente e cliccare su Connect to source.

vsphere-67-upgrade-vcsa-08

Specificare l'SSO User name, SSO password e l'Appliance (OS) root password. Inserire inoltre l'ESXi host in cui la vCSA sorgente risiede. Cliccare su Next.

vsphere-67-upgrade-vcsa-09

Cliccare Yes per accettare il certificato.

vsphere-67-upgrade-vcsa-10

Specificare l'ESXi host di destinazione in cui viene installata la nuova appliance e inserire le credenziali. Cliccare Next.

vsphere-67-upgrade-vcsa-11

Cliccare Yes per accettare il certificato dell'host specificato.

vsphere-67-upgrade-vcsa-12

Inserire il VM name e la root password. Cliccare Next per continuare.

vsphere-67-upgrade-vcsa-13

A seconda del proprio ambiente, specificare il Deployment size e lo Storage size quindi cliccare su Next.

vsphere-67-upgrade-vcsa-14

Selezionare il datastore da utilizzare e cliccare su Next.

vsphere-67-upgrade-vcsa-15

Configurare i parametri di rete richiesti. Il Temporary IP address viene usato solo durante il processo di installazione e l'indirizzo IP in produzione sarà lo stesso dell'appliance sorgente. Cliccare Next.

vsphere-67-upgrade-vcsa-16

Cliccare Finish per iniziare l'installazione.

vsphere-67-upgrade-vcsa-17

L'installazione della nuova appliance viene eseguita.

vsphere-67-upgrade-vcsa-18

Quando l'installazione è stata completata correttamente, cliccare su Continue per procedere con lo Stage 2. A questo punto è possibile interrompere la procedura di aggiornamento e riprenderla successivamente accedendo alla vCSA Management interface all'indirizzo https://IP_temp_address:5480.

vsphere-67-upgrade-vcsa-19

E' consigliato di fare una snapshot della nuova vCSA per riprendere l'installazione da questo punto nel caso in cui lo Stage 2 si interrompe per una qualche ragione.

 

Stage 2 - Configurazione della vCSA

Completato lo Stage 1, cliccare su Next per iniziare lo Stage 2 della procedura di aggiornamento.

vsphere-67-upgrade-vcsa-20

Inserire i parametri richiesti per connettersi al vCenter sorgente e cliccare su Next.

vsphere-67-upgrade-vcsa-21

Prima di migrare la configurazione dal vCenter Server sorgente, viene effettuato dall'installer un pre-upgrade check.

E' possibile che vengano visualizzati i seguenti warning:

  • Il cluster in cui il vCenter Server sorgente risiede deve avere la funzione vSphere DRS non impostata su Fully Automated
  • Le baseline non compatibili con l'Update Manager 6.7 non vengono copiate
  • Warning relative alle estensioni del vCenter Server che non possono essere migrate
  • Se l'appliance sorgente ha multipli NIC configurati, solo le informazioni di rete relative alla Eth0 vengono preservate

Risolte le problematiche riscontrate che potrebbero impedire l'aggiornamento (nel caso peggiore è necessario re-installare la vCSA). Cliccare Close per procedere.

vsphere-67-upgrade-vcsa-22

Selezionare i dati da migrare e cliccare su Next. Le opzioni disponibili per la migrazione dati sono le seguenti:

  • Configuration
  • Configuration + historical data (events and tasks)
  • Configuration + historical data (events, tasks and performance metrics)

vsphere-67-upgrade-vcsa-23

Opzionalmente è possibile abilitare l'opzione Join the VMware's CEIP. Cliccare su Next per iniziare la migrazione dei dati.

vsphere-67-upgrade-vcsa-24

Cliccare su OK per procedere con l'aggiornamento.

vsphere-67-upgrade-vcsa-25

Nello step 1 i dati sono copiati dal vCenter Server sorgente.

vsphere-67-upgrade-vcsa-26

Durante lo step 2 la vCSA di destinazione viene configurata ed i servizi avviati.

vsphere-67-upgrade-vcsa-27

Lo step finale importa i dati copiati nella nuova vCSA.

vsphere-67-upgrade-vcsa-28

Alcuni messaggi sono visualizzati per informare delle variazioni da fare nel proprio ambiente terminato l'aggiornamento. Cliccare su Close.

vsphere-67-upgrade-vcsa-29

Quando l'aggiornamento è stato completato correttamente, cliccare su Close per uscire dal wizard. La nuova vCSA è ora raggiungibile tramite lo stesso nome DNS o indirizzo IP del vCenter Server sorgente.

vsphere-67-upgrade-vcsa-30

Dopo aver effettuato il log in nella nuova vCSA (il client HTML5 funziona molto meglio e fornisce la maggior parte delle funzioni disponibili) è possibile notare il vecchio vCenter Server ancora disponibile e in uno stato di power off e naturalmente la vCSA appena installata. L'indirizzo IP non cambia e rimane lo stesso del vCenter Server sorgente.

vsphere-67-upgrade-vcsa-31

La funzione vSphere DRS nel cluster può essere riconfigurato come Fully Automated, se questa tipo di configurazione è utilizzata.

vsphere-67-upgrade-vcsa-32

La vCSA è ora operativa con la nuova versione 6.7. Per beneficiare delle nuove funzioni disponibili in vSphere 6.7, lo step successivo consiste nell'aggiornare gli host ESXi presenti nella propria infrastruttura. La parte 3 illustrerà la procedura di aggiornamento degli host ESXi tramite VUM.

signature

Leave a Reply