Web
Analytics Made Easy - StatCounter

EMC Data Domain come backup repository Veeam

emc-data-domain-veeam-repository-01

E' possibile configurare EMC Data Domain come backup repository Veeam per incrementare la velocità di backup fino al 50% sfruttando il protocollo EMC DD Boost.

Tramite il protocollo DD Boost, i job di backup risultano più veloci pochè il processo di deduplica avviene a livello-sorgente ottimizzando l'utilizzo della banda.

emc-data-domain-veeam-repository-02

Dovuto alla natura dello storage EMC Data Domain (elevati rapporti di compressione e deduplica), operazioni di lettura e random I/O possono risultare lente perchè ogni blocco deve essere ricomposto e decompresso. Per questo motivo lo storage EMC Data Domain dovrebbe essere utilizzato nell'infrastruttura di backup come repository di backup secondario per scopi di  long term retention.

Se l'EMC Data Domain è invece utilizzato come repository principale di backup, Veeam suggerisce l'utilizzo delle opzioni Restore entire VM e Restore VM files per un'esecuzione di ripristino più veloce.

emc-data-domain-veeam-repository-03

 

Configurare EMC Data Domain come backup repository Veeam

Accedere all'area Backup Infrastructure e selezionare la sezione Backup Repositories. Cliccare sul bottone Add Repository per configurare un nuovo repository.

emc-data-domain-veeam-repository-04

Specificare un Name ed opzionalmente una Description, quindi cliccare su Next.

emc-data-domain-veeam-repository-05

Selezionare l'opzione Deduplicating storage appliance e cliccare su Next.

emc-data-domain-veeam-repository-06

Selezionare la voce Dell EMC Data Domain e cliccare su Next.

emc-data-domain-veeam-repository-07

Digitare il Data Domain server name e specificare le credenziali per accedere all'appliance. E' necessario utilizzare l'account creato durante la configurazione del DD Boost nell'appliance EMC Data Domain. Assicurarsi che il nome dell'appliance Data Domain possa essere risolto. Il Gateway server è utilizzato da Veeam per comunicare con l'EMC Data Domain poichè il  Veeam Data Mover Service non può essere installato nello storage EMC Data Domain. Cliccare su Next.

emc-data-domain-veeam-repository-08

Veeam stabilisce la connessione con l'appliance EMC Data Domain. Cliccare su Browse per selezionare la Storage Unit da utilizzare creata durante la configurazione dello storage e cliccare su OK.

emc-data-domain-veeam-repository-09

Ora cliccare sul bottone Populate per visualizzare la Capacity e il Free space.

emc-data-domain-veeam-repository-10

Cliccare sul bottone Advanced per accedere alle opzioni disponibili. Lasciare il default e cliccare su OK. Cliccare Next per continuare.

emc-data-domain-veeam-repository-11

Specificare il server da usare come Mount Server e cliccare su Next. Il Mount Server è utilizzato durante le operazioni di restore di file OS delle VM guest ed applicazioni migliorando le prestazioni e riducendo il carico sulla rete, utile soprattutto su traffico via WAN.

emc-data-domain-veeam-repository-12

Cliccare su Apply per procedere con la creazione del repository di backup.

emc-data-domain-veeam-repository-13

Quando il processo è stato completato correttamente, cliccare su Finish per uscire dal wizard.

emc-data-domain-veeam-repository-14

Il nuovo Veeam Backup Repository creato.

emc-data-domain-veeam-repository-15

 

Creare un job di backup

Dall'area Home, accedere alla sezione Backup e cliccare sul bottone Backup Job. Selezionare l'opzione VMware vSphere.

emc-data-domain-veeam-repository-16

Specificare un Name del job ed opzionalmente una Description. Cliccare su Next.

emc-data-domain-veeam-repository-17

Cliccare sul bottone Add e selezionare le VM da proteggere e cliccare su Next.

emc-data-domain-veeam-repository-18

Come Backup repository selezionare il repository EMC Data Domain creato precedentemente e cliccare su Next.

emc-data-domain-veeam-repository-19

Cliccare su Yes per configurare i parametri avanzati come suggerito per il tipo di repository utilizzato. Per esempio, in questo step l'opzione Inline-deduplication è disabilitata (inutile se si utilizza EMC Data Domain) per ridurre il carico nel backup proxy.

emc-data-domain-veeam-repository-20

Per questo job di backup non è richiesta nessuna operazione di application-aware processing, cliccare su Next.

emc-data-domain-veeam-repository-21

Configurare una Schedule e cliccare su Apply.

emc-data-domain-veeam-repository-22

Nella schermata di Summary, cliccare su Finish per salvare la configurazione del job di backup.

emc-data-domain-veeam-repository-23

Effettuare un click con il tasto destro del mouse sul job di backup appena configurato e selezionare Start per eseguire il backup immediatamente.

emc-data-domain-veeam-repository-24

Il backup viene eseguito e completato correttamente.

emc-data-domain-veeam-repository-25

 

Configurazione di Veeam Backup & Replication

Per ottimizzare le prestazioni, Veeam suggerisce le seguenti impostazioni di configurazione:

 

Global options

E' possibile considerare/valutare la disabilitazione dell'opzione Enable parallel processing poichè aumenta la fragmentazione dei file di backup causando un elevato random read durante le operazioni di restore influenzando negativamente le prestazioni.

 

Job options

Enable inline data deduplication dovrebbe essere disabilitata perchè l'EMC Data Domain ha già un valido sistema di deduplica e compressione interno.

Storage optimization impostato come Local target (16TB+ backup files) migliora il processo di deduplica con migliori prestazioni del Data Domain.

 

Repository option

Decompress backup data block before storing deve essere abilitata per evitare un carico eccessivo e job di backup lenti.

Use per-VM backup files dovrebbe essere abilitato perchè migliora la scrittura e la lettura dei dati dall'appliance EMC Data Domain.

 

Backup mode

La modalità di backup  Reverse Incremental (genera un elevato random I/O) non può essere utilizzato in un job di backup se è stato configurato un repository DDBoost. Viene visualizzato un messaggio di errore.

emc-data-domain-veeam-repository-26

Consultare il KB 1956 per le best practice e le prestazioni attese.

signature

Leave a Reply