Veeam Backup & Replication 10a rilasciato

veeam-backup-replication-10a-released-01

Veeam ha rilasciato la nuova soluzione di backup Veeam Backup & Replication 10a risolvendo alcuni bug ed introducendo nuove funzioni e migliorie.

L'aggiornamento diretto è supportato dalla versione 9.5 Update 3 (build 9.5.0.1536) o successive. Per effettuare l'aggiornamento da una versione precedente, consultare la pagina Veeam Backup & Replication upgrade paths.

 

Novità in Veeam Backup & Replication 10a

La Cumulative Patch 1 e la Cumulative Patch 2 sono già incluse nella versione 10a e quindi rimpiazzate.

veeam-backup-replication-10a-released-02

 

Backup AWS nativo integrato

  • La versione 10a integra l'AWS data protection direttamente nella console e richiede per il funzionamento l'installazione dell'AWS Plug-in per Veeam Backup & Replication. Per effettuare l'installazione del plugin è disponibile questa guida.

Piattaforme supportate

Il supporto per le varie piattaforme è stato esteso come segue:

  • Microsoft Windows 10 2004 e Microsoft Windows Server SAC 2004 - aggiunto il supporto come guest OS, come server Hyper-V, per l'installazione dei componenti VBR e per i backup basati su agent con Veeam Agent for Microsoft Windows 4.0.1.
  • Linux Kernel 5.7 - supporto per le VM guest, per l'installazione dei componenti VBR e per i backup basati su agent con Veeam Agent for Linux 4.0.1.
  • RHEL 8.2, CentOS 8.2, Oracle Linux 8.2 (RHCK) e VMware Photon OS - supporto per la funzionalità guest processing nei job di backup host-based.
  • RHEL 8.2, CentOS 8.2, Oracle Linux 8.2 (RHCK), Ubuntu 20.04, Debian 10.4, openSUSE Leap 15.2, Oracle Linux 8 (up to UEK R6) e Fedora 32 (up to kernel 5.7.7) - supporto per le distribuzioni nella funzionalità di gestione degli agenti in Veeam Backup & Replication.
  • VMware vCloud Director 10.1 - agguinto il supporto e una migliore gestione delle installazioni senza l'accesso alla rete verso le celle vCD.
  • Azure Stack - aggiunto il supporto per le versioni più recenti.

NAS backup

  • Supporto di Azure File Sync con il rilevamento del cloud tiering per i job di backup dei file. I file non presenti nella cache locale vengono ora protetti correttamente mentre il file share viene processato con l'Azure File Sync abilitato. I file non sono ri-scaricati nel file server ma protetti direttamenti in Azure.

Restore

  • Direct restore to Microsoft Azure - ri-distribuendo il Proxy Azure con la nuova istanza di default suggerita dal wizard vengono migliorate sensibilmente le prestazioni a seconda della locazione del backup.
  • Le configurazioni Microsoft Exchange 2019 MetaCacheDatabase (MCDB) sono ora supportate in Veeam Explorer for Exchange.

Integrazione storage

  • Amazon Snowball Edge - è ora supportato per lo scale-out backup repository Capacity Tier.
  • Dell EMC Data Domain Boost SDK è stato aggiornato alla versione 3.4. Dovuto a questo cambiamento, la versione minima supportata del DD OS è ora la 6.0.
  • HPE Primera - aggiunto il supporto per la versione OS 4.2.
  • ReFS integration - il valore di registro RefsEnableLargeWorkingSetTrim è ora impostato automaticamente.

Licenze

  • Free file backup per set di dati contenuti - i primi 250 GB di dati provenienti da qualsiasi sorgente di file possono essere protetti senza costi e la versione v10a consuma una licenza solo per ogni set completo di 250 GB di dati protetti.
  • File version archiving - questa opzione è ora disponibile anche se sono installate le licenze Socket e VUL nel backup server indipendentemente dall'edizione della licenza Socket.
  • VUL perpetue - le Veeam Universal License (VUL) sono ora disponibili anche come contratto di tipo Perpetual.

Migliorie e risoluzione bug

La versione 10a introduce inoltre 1200 migliorie e fix minori in base alle segnalazioni fornite dagli utenti. Ulteriori informazioni possono essere trovate nelle Release Notes.

Veeam Backup & Replication 10a è disponibile per il download presso il sito Veeam.

signature

Leave a Reply